...è ora di svegliarsi

Cerca nel sito

Iscrizione Newsletter

Seguici su Facebook !

Area di dibattito

Il Buongiorno viene veramente dal Mattino?

Nome:Carolina
Cognome:Marcacci Rossi
Ogni domenica il “Mattino” inonda il Cantone con copertine di bassissimo livello anche da un punto di vista grafico: fotomontaggi che irridono e denigrano le persone prese di mira e all’interno pagine piene d’insulti. La tentazione è di non prenderlo nemmeno in mano, perché mi fa venire il voltastomaco. Il problema però è che in molti invece lo leggono, e il fogliaccio della domenica e il suo discendente fastfood online stanno riuscendo a inculcare nelle teste dei loro lettori le idee di Bignasca e dei suoi fedelissimi. Molti non hanno capito che questo signore ha come unico scopo quello di farsi gli affaracci suoi… della gente, in realtà, gliene importa poco o niente. E, siccome tacere è un po’ come acconsentire, è veramente giunta l’ora di reagire e così mi sono decisa a scrivere. Nel fotomontaggio chiamato “Stampanamo” sono raffigurati Bignasca e il Consigliere di Stato, suo pupillo, Gobbi che, fieri e gongolanti carcerieri, fanno la guardia agli “asilanti recalcitranti“ in un lager simile a Guantanamo. Manca solo la scritta “Arbeit macht frei “ sull’entrata… Asilanti finti, spacciatori, delinquenti, disturbatori, stupratori questo sono i richiedenti l’asilo per la cricca del Mattino. Naturalmente è solo la piccola minoranza che infrange la legge che interessa i due giornalacci della domenica, che strumentalmente gonfiano ogni notizia a riguardo, per fomentare l’odio verso lo straniero, il diverso e alimentare il razzismo strisciante presente in molte società. Non dimentichiamo che le stesse strategie furono usate da nefasti regimi, in passati più o meno lontani, con i risultati catastrofici che tutti conosciamo. Non lasciamoci abbindolare! Naturalmente gli stranieri e le straniere invece vanno bene quando fanno i lavori di cura e di fatica che gli svizzeri non vogliono più fare, soprattutto se sottopagati. Bene accette anche le prostitute straniere le cui inserzioni riempiono le pagine del Mattino. Io insegno a giovani stranieri, tra cui anche richiedenti l’asilo e ho incontrato solo ragazzi educati e supermotivati ad imparare. Sono esseri umani con un bagaglio di grande sofferenza, scappati da realtà spaventose che cercano di ricostruirsi un’esistenza e che hanno diritto alla nostra solidarietà e comprensione umana. Vi assicuro che i miei allievi potrebbero dare grandi lezioni di buona educazione, di civiltà e dignità umana alla cricca di ideologi di bassa lega del Mattino, che ne è totalmente sprovvista. 1.03.2012 Carolina Marcacci Rossi - Burckhardt