...è ora di svegliarsi

Cerca nel sito

Iscrizione Newsletter

Seguici su Facebook !

Rassegna stampa

Chi é l'Essere Umano - aprile 2016

INAUGURAZIONE CHIASSOLETTERARIA

VE. 29 aprile 2016, 18.30

Intervento di ASAM ANTAI

 

Chi è l’Essere Umano

 L’Essere Umano è bambino nella sua innocenza, uomo nelle sue azioni, vecchio nella sua saggezza, morto se i suoi principi sono morti e vivo se vive con i suoi principi.

L’uomo è un essere vivente tenero e misericordioso; può essere ferito, ma lui è l’unico che può controllare e scegliere i suoi sentimenti.

Sfortunatamente in questi tempi i nostri occhi non vedono quello che c’è dentro alla persona, vedono solo l’apparenza, la posizione sociale, la ricchezza e non le cose più importanti come la personalità, il giustomodo di comportarsi e la bellezza interiore.

Il coltello ha la lama lucida e apparentemente innocente, tuttavia può ferirti… e la medicina anche se ha un gusto amaro può curarti.

Non vantarti della tua bellezza, della tua apparenza, perché non sei stato tu a crearla e non vantarti della tua discendenza perché non sei stato tu a sceglierla, ma elogiati per il tuo Essere ed il tuo agire, perché solo questo TU hai creato.

Dobbiamo essere spontanei come bambini, sorridere quando parliamo… capire con i gesti senza complicarci l’esistenza… gridare forte quando stiamo male, evitando di tenerci tutto dentro… e provare nostalgia per tutto ciò che è lontano e ci è più caro.

Alcuni di voi potrebbero chiedermi per quale motivo scrivo belle parole sull’Essere umano in quanto credono che sia proprio lui a creare problemi. Io trovo che questo pensiero sia uno sbaglio, poiché questa è L’IDEA dell’Essere umano e non l’Essere umano stesso.

L’Essere umano è stato creato innocente, sono le sue esperienze di vita e l’ambiente a condizionarlo; non possiamo prendercela con l’Essere umano in sé, ma con quei pensieri e quelle convinzioni che lo hanno influenzato.

Stare in piedi ti dona un piccolo spazio in questo mondo, ma stare sui tuoi principi ti dona tutto il mondo.

La Vera bellezza e verità non è specchiarti vedendo te stesso, ma vedere te stesso negli occhi degli altri.

Se SEI umano porterai gli altri ad amarti incondizionatamente.

Se non SEI umano, anche con una buona posizione sociale, porterai gli altri a non amarti.

SII UMANO. Sopra ogni cosa.

Asam Antai

 

La mamma

 Ho paura, non perché sono qui davanti a voi oggi,

ma ho paura che la mia lingua mi deluda o il mio cuore si fermi,

perché sto parlando della cosa più importante della vita

e della cosa più meravigliosa del mondo

che è la mamma.

Cosa significa mamma? Chi è la mamma?

La mamma comprende tante cose, senza limiti.

Ha le sue speciali particolarità che non si trovano in altre persone e la rendono unica nell’esserci e nel gestire la vita.

La mamma è un tesoro

e non deve essere abbandonata.

La mamma è vita

e non può essere rimpiazzata.

La mamma è Una Vita

e non si può comprendere.

La mamma è un ricordo

e non si può dimenticare.

Lei è L’Amore

La tenerezza

Il sentimento

La delicatezza

La sensibilità

Il sorriso

Se non ci fosse la mamma non ci sarebbero stati figli

Se non ci fosse stata la mamma non ci sarebbe stata la vita.

La mamma è un esempio, un saggio

ed è colei da prendere come modello.

La mamma nessuno può comprenderla

lei piange, ma quando vede il figlio sorride;

lei quando soffre, se chiedi come sta, va sempre tutto bene;

lei ti asciuga le lacrime per darti gioia;

la mamma sa diventare tutto

può essere il tuo ristorante se hai fame,

può essere il tuo ospedale se soffri,

può essere la tua festa se sei felice.

Lei è la tua preghiera quando sei assente,

La mamma è l’unica che ti ama incondizionatamente.

La mamma

nella mia lingua, nel mio cuore,

non c’è nulla che possa descriverla.

 

La MIA mamma

 Ci ha unito l’amore e ci ha diviso il tempo.

Ci ha unito l’amore e ci ha diviso il futuro.

La mia mamma si è sacrificata per non farmi soffrire e vedere la sua sofferenza e stanchezza

ma lei non sa che io soffro senza di lei,

quando dormo sogno i suoi ricordi,

quando mi sveglio vivo la speranza di incontrarla davanti a me,

piango quando mi viene la sua immagine in mente.

Tempo, abbi pietà con me

e permettimi di riunirci insieme.

Vento, fai raggiungere a lei un messaggio

in modo che lei sappia che ci sono e sto bene.

Oh tempo, asciuga le sue lacrime

e dalle pazienza per la mia assenza e la mia mancanza

dille che anche lei mi manca…

Il mio cuore si frantuma per lei

da quando sono uscito da casa ho perso il mio sorriso.

Quando vivevo con lei non contavo i giorni,

da quando siamo lontani conto gli attimi, attimo dopo attimo.

I giorni passano, i mesi passano, gli anni passano,

ma il tuo amore aumenta.

Ho desiderato di non crescere, sentire e ragionare per restare bambino,

cosi da continuare a dormire e svegliarmi nella sua tenerezza,

toccare le sue mani e sentire la sua voce;

ma il tempo ha detto la sua parola e mi ha tolto dal suo bel sorriso.

Il mio cuore rimarrà triste sino al giorno in cui la rivedrò,

e ti prometto, mamma, tornerò come una persona realizzata

e ti faro nuovamente tornare il sorriso.

Torneranno i Nostri giorni

e spero che il tempo non ci divida di nuovo.

Ti amo mamma.

Asam Antai

Ringraziamenti

 Vorrei ringraziare la mia seconda famiglia che mi ha aiutato sin dal momento del mio arrivo: Federico, Ilaria, Leila, Zeudi, Stefano, Daniele, Semhar, Rafa, Paolo e i miei insegnanti a scuola.

Quando la gente si aiuta a vicenda acquisisce grande valore.

Se mi fermo a pensare chi di voi ne ha di più mi confondo, perché siete tutti di immenso valore. La vostra presenza nella mia vita è come l’alba e il suo sole e come la luna piena che illumina le notti più buie. Voi siete come le stelle nel cielo, impossibili da raggiungere; l’oro e i diamanti non saranno mai preziosi come voi.

Per come la penso io, come voi non c’è nessuno e neanche se immaginassi che ogni albero di questo mondo fosse una penna e ogni mare fosse il suo inchiostro, non sarebbero sufficienti per scrivere il grande amore che generate con ciò che fate.

Un ringraziamento di cuore anche al signor Marco Galli, per questa bellissima opportunità che mi ha portatoora davanti a voi… e a VOI, che mi avete ascoltato. GRAZIE.

Buona serata.