...è ora di svegliarsi

Cerca nel sito

Iscrizione Newsletter

Seguici su Facebook !

Rassegna stampa

Chi é l'essere umano - 30 aprile 2016

Dopo gli interventi del capodicastero Cultura Davide Dosi e del direttore del Decs Manuele Bertoli, e prima dell’intervista al giornalista Domenico Quirico, l’orazione inaugurale a nome di Chiassoletteraria è stata tenuta ieri sera da Asam Antai , richiedente asilo eritreo minorenne (ha 14 anni) non accompagnato ospite del centro Crs a Paradiso nonché giovane poeta (come a lui e a Chiassoletteraria piace definirlo). “Con questo gesto Chiassoletteraria vuole significare l’importanza di dare parola a chi non l’ha e far capire che dietro le etichette – “asilante” o “rifugiato” – ci sono persone con i loro pensieri e aspirazioni. E nessuna persona dev’essere ritenuta “di seconda classe” dicono gli organizzatori del festival.

‘Chi è l’essere umano’

di Asam Antai (La Regione del 30 aprile 2016)

L’essere umano è bambino nella sua innocenza, uomo nelle sue azioni, vecchio nella sua saggezza, morto se i suoi principi sono morti e vivo se vive con i suoi principi. L’uomo è un essere vivente tenero e misericordioso; può essere ferito, ma lui è l’unico che può controllare e scegliere i suoi sentimenti.

Sfortunatamente in questi tempi i nostri occhi non vedono quello che c’è dentro alla persona, vedono solo l’apparenza, la posizione sociale, la ricchezza e non le cose più importanti come la personalità, il giusto modo di comportarsi e la bellezza interiore.

Il coltello ha la lama lucida e apparentemente innocente, tuttavia può ferirti... e la medicina anche se ha un gusto amaro può curarti.

Non vantarti della tua bellezza, della tua apparenza, perché non sei stato tu a crearla e non vantarti della tua discendenza perché non sei stato tu a sceglierla, ma elogiati per il tuo Essere e il tuo agire, perché solo questo tu hai creato. Dobbiamo essere spontanei come bambini, sorridere quando parliamo... capire con i gesti senza complicarci l’esistenza... gridare forte quando stiamo male, evitando di tenerci tutto dentro... e provare nostalgia per tutto ciò che è lontano e ci è più caro.

Alcuni di voi potrebbero chiedermi per quale motivo scrivo belle parole sull’Essere umano in quanto credono che sia proprio lui a creare problemi. Io trovo che questo pensiero sia uno sbaglio, poiché questa è l’idea dell’Essere umano e non l’Essere umano stesso.

L’Essere umano è stato creato innocente, sono le sue esperienze di vita e l’ambiente a condizionarlo; non possiamo prendercela con l’Essere umano in sé, ma con quei pensieri e quelle convinzioni che lo hanno influenzato.

Stare in piedi ti dona un piccolo spazio in questo mondo, ma stare sui tuoi principi ti dona tutto il mondo. La vera bellezza e verità non è specchiarti vedendo te stesso, ma vedere te stesso negli occhi degli altri.

Se sei umano porterai gli altri ad amarti incondizionatamente.

Se non sei umano, anche con una buona posizione sociale, porterai gli altri a non amarti.

Sii umano. Sopra ogni cosa.