...è ora di svegliarsi

Cerca nel sito

Iscrizione Newsletter

Seguici su Facebook !

Rassegna stampa

Signor Gobbi - 22 novembre 2014

Un consiglio al ministro leghista dopo la vicenda dei bambini ecuadoriani

“Signor Gobbi, non ci pensi due volte e si dimetta”

di Antonello Cecchinato, Lugano

In questo momento così difficile per il consigliere di Stato Norman Gobbi, a seguito della buia pagina di storia ticinese che non si potrà dimenticare (la vicenda dei due bambini ecuadoriani che frequentavano le scuole del Gambarogno con piacere e profitto), ecco, io vorrei tendergli una mano; perché, anche se l’onorevole Gobbi non ha mai suscitato le mie simpatie (mi conceda, l’onorevole, questa schiettezza), credo sia giusto non negare un gesto di solidarietà a nessuno, soprattutto se questo nessuno é senz’altro condizionato nel suo agire dal nome di battesimo.

E gli tendo una metaforica mano, dando al consigliere di Stato Norman Gobbi un consiglio; l’unico consiglio che gli si può dare per affrontare dignitosamente questa vicenda: onorevole Gobbi, dia a testa alta, senza tentennamenti, senza esitare un solo istante, le onorevoli dimissioni. Le dia a cuor leggero, com’é sua abitudine comportarsi.

Non ci pensi due volte, e si tolga così dalle...ambasce.

Errare é umano (é forse dall’ambiguità di questo verbo che gli ecuadoriani sono stati obbligati, pardon, invitati ad andarsene?).

Semmai é perseverare nell’errore che é diabolico o, più banalmente, leghista.