...è ora di svegliarsi

Cerca nel sito

Iscrizione Newsletter

Seguici su Facebook !

Rassegna stampa

Discriminazione razziale - 19 aprile

Discriminazione razziale, due mesi a leghista italiano

La Regione del 19 aprile 2014

Un caso quasi analogo a quello di Massimiliano Robbiani, municipale di Mendrisio, che in Italia è stato risolto così: due mesi di reclusione e pena sospesa, per diffamazione aggravata da finalità di discriminazione etnico razziale. È la sorte toccata ad Agostino Pedrali, l’ex assessore della Lega Nord ai Servizi sociali del Comune di Coccaglio (Brescia) che nel luglio scorso aveva pubblicato sulla sua pagina di Facebook una foto dell’allora ministro Cécile Kyenge con a fianco quella di una scimmia. Il tutto con il titolo “separate alla nascita”, e il commento “dite quello che volete ma non assomiglia a un orango, dai guardate bene”. L’allora assessore aveva poi spiegato in una nota che si era trattato di “un tentativo maldestro di sdrammatizzare la situazione”. Un po’ come Robbiani che ‘postate’ le donne col burqa vicine ai sacchi della spazzatura con la scritta “trovate le differenze” ha poi ammesso: “Ho toppato”.