...è ora di svegliarsi

Cerca nel sito

Iscrizione Newsletter

Seguici su Facebook !

Rassegna stampa

Lorenzo Quadri é il più assenteista - 16 dicembre 2013

Per Politnez è il "campione ticinese" delle assenze. Primo tra tutti, Blocher

Liberatv 16 dicembre 2013

BERNA - Lorenzo Quadri (Lega) è il campione ticinese degli assenteisti a Palazzo federale. È quanto emerge da una ricerca della piattaforma internet Politnetz che ha analizzato la partecipazione a tutti i 2487 voti avvenuti finora in Consiglio nazionale durante la corrente legislativa.

Il campione in assoluto è Christoph Blocher (UDC/ZH), che ha mancato il 36% dei voti. Nella classifica dello scorso anno, il "tribuno" zurighese era terzo (col il 38% di voti mancati), preceduto dal suo collega di partito Peter Spuhler (TG), che nel frattempo ha lasciato il Parlamento, e da Filippo Leutenegger (PLR/ZH). Blocher, che aveva lasciato la dirigenza della Ems Chemie dopo l'elezione in governo nel 2003, è oggi vicepresidente dell'UDC e presidente della società finanziaria Robinvest e di quella immobiliare Robestate.

Leutenegger (se non si considera il PPD ginevrino Guillaume Barazzone, in parlamento solo dal 9 dicembre di quest'anno) si piazza secondo anche quest'anno. Il politico liberale-radicale ha mancato il 29% dei voti (il 39% nel nella classifica stilata un anno fa).

Terzo è Hans Grunder (PBD/BE) che ha mancato il 28% dei voti. L'ex presidente del PBD è è titolare di uno studio internazionale d'ingegneria. Al quarto posto si piazza il primo ticinese: Lorenzo Quadri, assente nel 25% delle votazioni. Il ticinese è anche municipale di Lugano e membro del Cda di Lugano Turismo. Quinto è l'ex presidente del PLR Fulvio Pelli, assente nel 23% delle votazioni. Pelli è membro di 14 diversi consigli d'amministrazione, ne presiede 6.

I deputati più assidui sono invece Nadine Masshardt (PS/BE), che però è entrata in Parlamento solo lo scorso 4 marzo, Yvette Estermann (UDC/LU), Nadja Pieren (UDC/BE) e Andrea Geissbühler (UDC/BE). I quattro hanno mancato rispettivamente 3, 9, 18 e 19 votazioni su 2487 (su 1043 per Masshardt).

Silva Semadeni (PS/GR) è la consigliera nazionale italofona più diligente: la grigionese era infatti assente solo nel 3% dei voti. Il ticinese che ha partecipato a più votazioni è Fabio Regazzi (PPD/TI). Solo nel 3% dei casi non era in aula quanto si è votato. Percentuale analoga anche per Marina Carobbio (PS/TI).

Gli altri deputati ticinesi hanno avuto il seguente tasso di assenteismo: Marco Romano (PPD) 4%, Ignazio Cassis (PLR) 7%, Roberta Pantani (Lega) 10%, Pierre Rusconi (UDC) 13%.

Lo studio di Politnetz ha anche analizzato il tasso di assenteismo complessivo per partito. I meno diligenti sono i leghisti (i cui due deputati sono assenti in media nel 18% delle votazioni), seguiti dai borghesi-democratici (13%), dai liberali-radicali, dai democentristi (9%) e dai democristiani (tutti al 9%), dai verdi liberali (8%), dai socialisti e dai Verdi (entrambi al 6%).

Interessante anche il dato sul sesso: gli uomini, con un tasso di assenteismo medio dell'10%, sono molto meno assidui delle donne, il cui relativo tasso non supera il 5%.