...è ora di svegliarsi

Cerca nel sito

Iscrizione Newsletter

Seguici su Facebook !

Interrogazioni

L'interrogazione é un tipico strumento partecipativo che può essere utilizzato dai membri del potere legislativo,ossia dai deputati delle Camere federali, oppure del Gran Consiglio di ogni Cantone oppure del Consiglio comunale di ogni Comune svizzero. In sostanza si tratta di una domanda scritta che viene rivolta al potere esecutivo (Consiglio federale, Consiglio di Stato oppure Municipio) per ottenere una risposta su un tema ritenuto importante e urgente, sul quale si attira la sua attenzione. L'Esecutivo é obbligato a rispondere, per iscritto. Talvolta risponde nel giro di qualche settimana, talvolta dopo mesi. L 'interrogazione viene diffusa ai media e così la risposta. Anche per questa ragione, questo strumento ha trovato grande diffusione, specialmente da parte dei deputati della Lega ticinese, perché in questo modo possono trovare spazio anche sui media quotidiani. Ormai vengono presentate interrogazioni su ogni argomento che sembra possa interessare il pubblico, tanto per fare panna montata. Tipiche di questa categoria sono quelle in cui il deputato chiede informazioni ovvie, che si possono trovare pubblicate dovunque, e in cui ci si limita a chiedere l'opinione dell'Esecutivo, secondo il ritornello"cosa pensa il Consiglio di Stato". Ogni banalità diventa buona pur di far pubblicare il proprio nome una volta di più. Anche se , allo Stato, che sarebbe poi "la gente" questo giochetto costa ogni volta qualche migliaia di franchi di tempo che i funzionari e l’Esecutivo devono dedicare per le relative ricerche. Belticino opera una scelta: pubblica quelle interrogazioni che "mettono il dito sulla piaga", ossia su ritardi statali, lacune legislative ed operative, magagne di cui si preferisce non parlare. Potete aiutarci, segnalate interrogazioni interessanti, che ci possono essere sfuggite. Le pubblicheremo.